Costo per il ripristino dei frontalini di un balcone

Preventivi Gratuiti per il Ripristino dei Frontalini

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Per conoscere il costo per il ripristino dei frontalini di un balcone è necessario richiedere più preventivi

Il ripristino dei frontalini è una ricorrente fonte di discordia tra condomini. Qual è il prezzo più giusto? Chi deve pagare? Quando i lavori sono realmente necessari? Proviamo a rispondere a queste domande in maniera oggettiva, offrendo una ipotesi di costo quanto più realistica possibile.


 

Ripristinare i frontalini del balcone: perchè è necessario

 

Il ripristino dei frontalini è spesso una necessità, più che un vezzo. Lo è quando mette a rischio l’incolumità dei passanti. Se i frontalini sono molto danneggiati, vi è la concreta possibile che uno o più pezzi, i classici calcinacci, si stacchino e cadano in strada, ferendo anche gravemente il malcapitato che si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato. Tutto ciò a prescindere dal piano in cui il balcone è situato. Se il pezzo è abbastanza grande, può risultare letale anche se cade da un’altezza di quattro metri, equivalente a un primo piano.

Le conseguenze di un frontalino danneggiato possono essere quindi molto gravi, e per la salute delle persone e per le tasche dei responsabili. Anche senza considerare i rilievi penali, che pure ci sono, rappresenta un deterrente anche solo l’incredibile esborso che, sotto forma di risarcimento danni, è chiamato a produrre chi doveva procedere con il rifacimento e non lo ha fatto. Nelle migliore delle ipotesi, se la lesione non è invalidante, si parla di poche migliaia di euro. Nella peggiore delle ipotesi, quindi in caso di lesioni invalidanti o peggio causanti decesso, si superano abbondantemente le centinaia di migliaia di euro.

Dunque, il ripristino dei frontalini, quando vi sono gli estremi per intervenie, è una soluzione da approntare con la massima urgenza. In linea di massima, segnali inequivocabili sono l’instabilità dell’intonaco e la caduta pregressa, per quanto rara, di piccoli pezzi di intonaco.

 

Ripristino dei frontalini di un balcone: costo medio degli interventi

     
  Da A
Allestimento ponteggio (a mq) 10,00 € 17,00 €
Rimozione parti pericolanti (a mq) 5,00 € 15,00 €
Rifacimento frontalini (per metro lineare) 30,00 € 60,00 €
Impermeabilizzazione (a mq) 16,00 € 25,00 €
Tinteggiatura (a mq) 10,00 € 15,00 €

 

Prezzi indicativi per il rifacimento dei frontalini nelle principali città italiane (per mq)

     
  Da A
Rifacimento frontalini Roma 76,00 € 144,00 €
Rifacimento frontalini Milano 72,00 € 144,00 €
Rifacimento frontalini Torino 72,00 € 126,00 €
Rifacimento frontalini Genova 72,00 € 126,00 €
Rifacimento frontalini Venezia 88,00 € 137,00 €

 

 

Ripristino dei frontalini: la ripartizione della spesa

 

Se l’immobile non fa parte di un condominio, la questione della ripartizione ovviamente non si pone. Si fa invece più complessa quando il balcone fa parte di un condominio. In questo caso, sorge il dubbio: chi deve pagare per il ripristino dei frontalini? La risposta è oggetto di aspre discussioni durante le assemblee condominiali, e in effetti l’argomento non è chiaro e cristallino come dovrebbe essere. Infatti, non è possibile dare una risposta definitiva per tutte le situazioni. Dipende dalla tipologia di balcone. Ora, i balconi possono essere di numerosi tipi, ma in questo caso, a fini della ripartizione delle spese, è bene fare una distinzione solo tra due tipologie.

Balconi aggettanti. E’ il tipo più comune, quello che si apprezza nella maggior parte degli edifici italiani, condomini compresi. In parole povere, un balcone è aggettante quando sporge interamente dalla facciata (eccetto che per la porzione corrispondente all’accesso). I balconi aggettanti, dunque, hanno sempre tre lati liberi. In questo caso, il balcone fa parte dell’abitazione e solo di essa, quindi il responsabile non è il condominio bensì il proprietario. Il ripristino dei frontalini competono a lui e a nessun altro.

Balconi non aggettanti. E’ il tipo meno comune. Questo genere di balconi non sporgono dalla faccia o, se sporgono, lo fanno in maniera estremamente limitata. Il lato libero è quindi uno solo, o al massimo due, nel caso in cui si configuri la tipologia del “balcone ad angolo”. In linea di massima, il balcone risulta incassato all’interno della facciata. In questo caso, la responsabilità è del condominio, poiché i frontalini fanno parte esclusivamente della facciata.

Tuttavia, va segnalata una eccezione. In un caso, e solo in quello, anche i lavori di ripristino dei frontalini nei balconi aggettanti sono competenza del condominio, ovvero quando i frontalini hanno una valenza estetica, o meglio ancora artistica, oggettiva. Nella fattispecie, infatti, l’effetto è a beneficio dell’intero stabile e pertanto le spese possono e devono essere ripartite. La questione è in realtà più complessa di quanto sembri: la valenza estetica è una discriminante spesso soggettiva, dunque argomento di acerrime discussioni in sede assembleare, le quali talvolta si protraggono anche in tribunale.

 

 

Ripristino dei frontalini: gli interventi

 

Si fa presto a dire ripristino dei frontalini. Le tipologie di intervento, infatti, sono diverse. In linea di massima, e considerando la configurazione manutentiva più frequente, i passaggi da compiere sono i seguenti.

 

  • Allestimento ponteggio.
  • Rimozione delle parti danneggiate e di quelle instabili.
  • Trattamento dei ferri strutturali (solo se in stato più o meno avanzato di ossidazione).
  • Applicazione della malta. Questa deve essere sempre di tipo cementizio e l’intervento deve essere finalizzato a creare una superficie più liscia possibile.
  • Rifacimento dell’intonaco del frontalino.
  • Applicazione (eventuale) di guaine impermeabilizzanti.
  • Tinteggiatura (facoltativa ma consigliata per questioni di natura prettamente estetica).

 

 

Ripristinare i frontalini: quanto costa

 

  • Allestimento ponteggio: da 10,00 € a 17,00 € per metro quadro.
  • Rimozione delle parti danneggiate e/o instabili e relativo smaltimento: da 5,00 € a 15,00 € per metro quadro.
  • Trattamento dei ferri, applicazione della malta, rifacimento dei frontali: da 30,00 € a 60,00 € per metro lineare.
  • Applicazione guaine impermeabilizzanti: a 17,00 € a 23,00 € per metro quadro.
  • Tinteggiatura: da 10,00 € a 15,00 € per metro quadro.

 

A Roma

  • Allestimento ponteggio: da 11,00 € a 18,00 € euro per metro quadro.
  • Rimozione delle parti danneggiate e/o instabili e relativo smaltimento: da 4,00 € a 16,00 € per metro quadro.
  • Trattamento dei ferri, applicazione della malta, rifacimento dei frontali: da 35,00 € a 70,00 € per metro lineare.
  • Applicazione guaine impermeabilizzanti: a 16,00 € a 25,00 € per metro quadro.
  • Tinteggiatura: da 10,00 € a 15,00 € per metro quadro.

 

A Milano

  • Allestimento ponteggio: da 10,00 € a 18,00 € per metro quadro.
  • Rimozione delle parti danneggiate e/o instabili e relativo smaltimento: da 5,00 € a 17,00 € per metro quadro.
  • Trattamento dei ferri, applicazione della malta, rifacimento dei frontali: da 30,00 € a 67,00 € per metro lineare.
  • Applicazione guaine impermeabilizzanti: a 17,00 € a 25,00 € per metro quadro.
  • Tinteggiatura: da 10,00 € a 17,00 € per metro quadro.

 

A Torino

  • Allestimento ponteggio: da 10,00 € a 17,00 € per metro quadro.
  • Rimozione delle parti danneggiate e/o instabili e relativo smaltimento: da 5,00 € a 12,00 € per metro quadro.
  • Trattamento dei ferri, applicazione della malta, rifacimento dei frontali: da 30,00 € a 60,00 € per metro lineare.
  • Applicazione guaine impermeabilizzanti: a 17,00 € a 22,00 € per metro quadro.
  • Tinteggiatura: da 10,00 € a 15,00 € per metro quadro.

 

A Genova

  • Allestimento ponteggio: da 10,00 € a 17,00 € per metro quadro.
  • Rimozione delle parti danneggiate e/o instabili e relativo smaltimento: da 5,00 € a 12,00 € per metro quadro.
  • Trattamento dei ferri, applicazione della malta, rifacimento dei frontali: da 30,00 € a 60,00 € per metro lineare.
  • Applicazione guaine impermeabilizzanti: a 17,00 € a 22,00 € per metro quadro.
  • Tinteggiatura: da 10,00 € a 15,00 € per metro quadro.

 

A Venezia

  • Allestimento ponteggio: da 12,00 € a 16,00 € per metro quadro.
  • Rimozione delle parti danneggiate e/o instabili e relativo smaltimento: da 8,00 € a 15,00 € per metro quadro.
  • Trattamento dei ferri, applicazione della malta, rifacimento dei frontali: da 40,00 € a 67,00 € per metro lineare.
  • Applicazione guaine impermeabilizzanti: a 18,00 € a 22,00 € per metro quadro.
  • Tinteggiatura: da 10,00 € a 17,00 € per metro quadro.

 

 

Rifare i frontalini del balcone: come poter risparmiare?

 

A prescindere dalle modalità di ripartizione, il ripristino dei frontalini è un genere di interventi in grado di incutere un certo timore. Il motivo principale, come si evince da quanto riportato nel paragrafo precedente, è costituito dai costi. Tuttavia, e questa è senz’altro una buona notizia, le opportunità di risparmio sono numerose. Ecco qualche consiglio utile.

Non cedere alle pressioni. Questo accade soprattutto nei condomini. Spesso, su iniziative di alcuni proprietari, alcuni interventi – riguardanti i frontalini e non solo – vengono spacciati per necessari anche se non lo sono. Il consiglio è di informarsi sulla reale utilità di ciascun intervento. Talvolta, va detto, pressioni di questo tipo possono giungere anche dalle ditte, che possono inserire nel preventivo alcune voci non necessarie.

Chiedere le detrazioni. Il legislatore mette a disposizione delle agevolazioni fiscali per chi realizza gli interventi di ristrutturazione. Nella fattispecie, le agevolazioni si declinano nelle detrazioni IRPEF, pari in questo caso al 50% della spesa.

Chiedere più preventivi. Le ipotesi di costo che abbiamo riportato poco fa sono, per l’appunto, solo ipotesi. I prezzi variano tantissimo, non solo in base alle città ma anche da azienda ad azienda. L’unico modo per individuare la migliore offerta è chiedere preventivi a più aziende. Ciò, a dire il vero, rappresenta la prassi nei condomini, in quanto tutti i proprietari sono chiamati, in sede assembleare, a portare un preventivo da sottoporre a votazione. Se invece la responsabilità è di un solo proprietario, questa soluzione è meno agevole e forse un po’ contro-intuitiva. Tuttavia, è l’unica in grado di dare risultati certi. Il numero di preventivi sufficienti a individuare l’offerta con il migliore rapporto qualità prezzo è tre-quattro.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Fare la controsoffittatura e qualche parete in cartongesso, tinteggiatura. A Sulmona.

Devo fare lo sbiancamento di un soppalco di circa 20 metri quadrati più scale. Grazie.

Rifacimento di un impianto elettrico e termico/idraulico per una casa anni '50/'60 di circa 90 mq (circa 45 mq per piano) complessivi in due piani, con un bagno. Al piano superiore e' presente un bagno con vasca da rifare completamente con doccia e sarebbe nostra intenzione fare un bagno al piano terra (sotto a quello già esistente). Impianto di riscaldamento con 6 termi tradizionali. Nell'a

Creare un secondo bagno nella lavanderia dove già si trova lo scarico lavatrice e lavatoio con acqua calda e fredda, nella stessa stanza si trovano gli scarichi dell'unico baglio che c'è, compreso pozzo nero. La stanza è grande. Grazie.