Impermeabilizzazione piscine: quali i prezzi?

Preventivi Gratuiti per Impermeabilizzare una Piscina

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

i prezzi per l'impermeabilizzazione delle piscine sono variabili.

L’impermeabilizzazione delle piscine è un passaggio fondamentale, un impegno che non può essere disatteso, visti i danni che l’acqua - se infiltrata - può produrre alle strutture circostanti. In questo articolo approfondiamo l’argomento, parlando dei materiali e delle tecniche più frequentemente impiegate, dei costi, dei modi più efficaci per risparmiare.


 

Impermeabilizzazione piscine: perché è necessaria?

 

Il motivo per cui è necessario procedere sempre con l’impermeabilizzazione delle piscine è molto intuitivo: perché contengono acqua. Il rischio, infatti, è che questa si infiltri nella struttura sottostante (e lateralmente) e provochi danni anche di un certo rilievo.

Va specificato, comunque, che il grosso della prevenzione non è determinato dall’impermeabilizzazione vera e propria, bensì dalle tecniche di costruzione della piscina stessa.

Questa, per esempio, deve avere una buona tenuta, ovvero la capacità della struttura di resistere alla pressione dell’acqua, che a seconda dell’altezza della vasca (in genere sui tre metri), può essere più o meno elevata ma esercita sempre una forza significativa.

Ma è ovvio: una buona tenuta non è sufficiente ai fini dell’impermeabilizzazione. Sicché è necessario intervenire in maniera diretta, applicando materiali e utilizzando tecniche specifiche per non permettere all’acqua di infiltrarsi al di sotto della superficie.

 

Costo impermeabilizzazione piscine: prezzi medi
     
  Da A
Impermeabilizzazione piscine con PVC (a mq) 11,50 € 42,00 €
Impermeabilizzazione piscina con resine (a mq) 14,00 € 60,00 €
Impermeabilizzazione piscina con bentonite e polipropilene (a mq) 18,50 € 65,00 €

 

 

 

Impermeabilizzazione piscine: tipologie e materiali

 

In base al tipo di piscina, si utilizzano tecniche e materiali diversi. Ecco una panoramica esaustiva.

 

  • Piscina in acciaio. E’ il tipo di piscina più diffuso, soprattutto in ambito privato. E’ infatti molto semplice da installare e poco costosa. Il materiale utilizzato, in questo caso, è l’acciaio zincato, il quale si caratterizza per un grado elevato di resistenza alla corrosione. Va tuttavia impermeabilizzato in quanto l’acqua, specie se contenente un pH troppo elevato, può minarne la stabilità. Il materiale d’elezione è il PVC, distribuito sotto forma di telo compatto o in pannelli rigidi. Molto utilizzate sono anche le resine epossidiche, che si applicano a mo’ di pellicola.

 

  • Piscina in resina. Questo tipo di piscina è impermeabilizzata di suo, in quanto la resina è un materiale a bassissima porosità. Con l’usura, però, è necessario procedere a una manutenzione, la quale consiste appunto in una opera di impermeabilizzazione. Il materiale d’elezione è proprio la resina, e nello specifico la resina epossidica.

 

  • Piscina in cemento. Nella fattispecie delle piscine in cemento, le necessità di impermeabilizzazione sono pressanti. Questo materiale, infatti, si caratterizza per una significativa porosità. In genere, si utilizzano sia la bentonite che il polipropilene. Nello specifico, si crea un rivestimento a sandwich, in cui due strati di polipropilene racchiudono uno di bentonite.

 

 

Impermeabilizzazione piscine: come avviene

 

Le tecniche ovviamente dipendono dal tipo di soluzione, e quindi di materiale, per cui si opta.

 

  • Piscina in acciaio. Se si utilizzano i pannelli in PVC, questi devono essere accuratamente tagliati, posati sulla superficie e lateralmente, infine saldati con aria calda. Se si utilizzano le resine, che sono liquide, esse vanno spennellate sulle superfici in acciaio o applicate a spruzzo, in modo da creare una pellicola omogenea.

 

  • Piscina in resina. In questo caso si utilizza la stessa tecnica per impermeabilizzare le piscine in acciaio tramite resina. L’obiettivo è creare una specie di film che possa chiudere i pori che si sono creati in seguito all’usura.

 

  • Piscina in cemento. I problemi, in questa fattispecie, nascono dalla scarsa capacità impermeabilizzante del cemento. Come già anticipato nel paragrafo precedente, la soluzione migliore consiste nell’applicazione di uno strato multi-materiale così composto: polipropilene, bentonite, polipropilene. Si inizia dalle pareti e si conclude con la superficie. Terminata la posa, è necessario sigillare le intercapedini tra i pannelli e gli spigoli della piscina con dei nastri speciali, costruiti con polimeri acrilici o soluzioni miste bentonite-polimeri.

 

 

Impermeabilizzazione piscine: quali i prezzi?

 

I prezzi per impermeabilizzare una piscina sono abbastanza elevati. Ovviamente dipendono, oltre che dalla grandezza, anche dai materiali e dalle tecniche impiegate. In genere, si parla di 12,00 € - 60,00 € al metro quadro.

C’è però una buona notizia: a certe condizioni, è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali. Tali condizioni consistono nell’inserimento dell’opera di impermeabilizzazione all’interno di un programma di interventi più pesanti, che facciano riferimento alla categoria “manutenzione straordinaria”.

 

  • Impermeabilizzazione piscine con PVC: da 11,50 € a 42,00 € al mq.
  • Impermeabilizzazione piscina con resine: da 14,00 € a 60,00 € al mq.
  • Impermeabilizzazione piscina con bentonite e polipropilene: da 18,50 € a 65,00 € al mq.

 

 

Impermeabilizzazione piscine: a chi rivolgersi?

 

Tutte le imprese edili offrono un servizio di impermeabilizzazione. Spesso, però, vengono trattati esclusivamente i terrazzi, le coperture, al massimo le fondazioni. L’impermeabilizzazione delle piscine, infatti, è un’attività per specialistica. Per questo motivo, è bene rivolgersi non tanto alle imprese edili “semplici”, quanto alle imprese specializzate esattamente in questo genere di servizio.

Sul territorio nazionale, sono presenti in una quantità superiore a quanto si possa immaginare. In genere, poi, offrono un servizio “tutto compreso”, che include ovviamente i materiali e la questione burocratica.

 

L'impermeabilizzazione di una piscina.

 

 

Impermeabilizzazione piscine: come risparmiare?

 

I prezzi per l’impermeabilizzazione delle piscine sono molto alti ma anche molto vari. Il cliente, però, può utilizzare tale eterogeneità a suo vantaggio per risparmiare.

E’ sufficiente agire di preventivo. Ecco cosa dovete fare: contattate più imprese, chiedete il preventivo a ciascuna di essa, confrontate i preventivi, individuate una soluzione dal buon rapporto qualità prezzo.

Se si utilizza questo metodo è possibile risparmiare somme ingenti, pari persino al 20-50% del prezzo medio.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Devo sbiancare il sottottetto di casa anni 80, con travatura al grezzo, circa 120 mq.

Costruire casa singola di 100 mq su unico livello con progetto già eseguito, sto valutando il tipo di costruzione da fare in bioedilizia o acciaio. Inizio dell'opera anno 2019.

Appartamento di nostra proprietà, secondo piano di una palazzina costituita da piano terra, primo e secondo piano (appunto dove siamo noi, che sarebbe dunque ultimo piano), e poiché i balconi sono piccoli, devo allargarli, per renderli più vivibili ed aver un po' di spazio in più. Ho inoltre bisogno dei permessi per fare ciò ed aver quindi tutto in regola. Grazie. Monia.

Rimozione del vecchio pavimento e messa nuovo gres porcellanato/parquet nella mia nuova abitazione di mq 85. Grazie.