Installazione caldaia: quale il costo?

Preventivi Gratuiti per Installare una Caldaia

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Il costo per l'installazione di una caldaia dipende dal tipo di caldaia che si vuole installare.

Quando è bene procedere con l’installazione della caldaia rispetto ad altri strumenti per il riscaldamento? Ecco la risposta a questa domanda, con un approfondimento sulle varie tipologie di caldaia, sulla normativa vigente, sui costi e sulle agevolazioni fiscali alle quali è possibile accedere.


 

Quando installare una caldaia?

 

L’installazione della caldaia è quasi sempre la scelta migliore. Il “quasi sempre” è giustificato da alcune eccezioni, le quali rendono preferibili lo scaldabagno o altri strumenti per il riscaldamento, come la stufa a pellet o il camino.

Nello specifico, la caldaia è un must in tutte le situazioni eccetto quando:

 

  • Si abita in una zona particolarmente calda. In questo caso, se semplicemente non si necessita del riscaldamento, potrebbe apparire uno spreco l’installazione della caldaia solo per l’approvvigionamento di acqua calda sanitaria. Per quello, basta un semplice scaldabagno.

 

  • Si abita fuori città. Se la vostra abitazione si trova magari in campagna o in montagna, e avete molto spazio a disposizione sia dentro che fuori, potreste prendere in considerazione l’installazione o di un camino tradizionale o di una stufa a pellet. In quel caso, infatti, godreste dei vantaggi (soprattutto in termini di costi di gestione) di questi strumenti e avreste lo spazio necessario allo stoccaggio del combustibile (pellet o legna).

 

In tutti gli altri casi, che rappresentano chiaramente la maggioranza, la caldaia è praticamente una scelta obbligata.

 

Costo installazione caldaia: prezzi di riferimento

     
  Da A
Costo installazione caldaia tradizionale 90,00 € 300,00 €
Costo installazione caldaia a condensazione 120,00 € 350,00 €

 

 

Quale caldaia installare?

 

Una volta optato per la caldaia, è necessario scegliere la tipologia di caldaia. Le alternative sono numerose. Di seguito, una lista delle principali tipologie di caldaie, corredata da una breve descrizione.

 

  • Caldaia a camera aperta. Il costo di realizzazione è basso, anche perché il sistema di smaltimento dei fumi è rudimentale. Molto banalmente, questa caldaia espelle i rifiuti della combustione direttamente nell’ambiente. Per legge, non può essere installata in casa. Dunque è bene sceglierla solo se avete a disposizione un ampio balcone o un locale comunque arieggiato.

 

  • Caldaia a camera stagna. In questo caso, i fumi vengono inseriti in alcune tubature specifiche ed espulsi lontano dallo spazio di installazione. Va scelta solo se è presente una canna fumaria condominiale nella quale vengono convogliati i fumi di più caldaie.

 

  • Caldaia a condensazione. E’ la tipologia più recente ma allo stesso tempo più efficace. Funziona esattamente come una caldaia a camera stagna, con una differenza: i fumi vengono riutilizzati per riscaldare l’acqua sanitaria (in tutta sicurezza, ovviamente). Visti i costi di installazione, che sono abbastanza alti, questa tipologia è da preferire solo se avete bisogno di una caldaia ad alta efficienza, quindi un elevato fabbisogno di calore e acqua calda sanitaria.

 

Vi è poi un’altra distinzione da prendere in considerazione, ovvero quella tra caldaie murali e caldaie a basamento. Tutte le tipologie fin qui descritte possono appartenere alle categorie murali e a basamento. La differenza risiede nel modo in cui vengono installate.

Le caldaie murali vengono installate direttamente nella parete, quelle a basamento poggiano per terra. La scelta, se si vuole risparmiare spazio, dovrebbe andare alla prima categoria. La seconda è adatta, però, quando il fabbisogno è elevato (si caratterizza infatti per dimensioni e resa maggiori) e si ha a disposizione un certo spazio.

 

 

Installazione caldaia: la normativa

 

L’installazione della caldaia è soggetta a una specifica normativa. Nello specifico, si fa riferimento al decreto legislativo n. 102 del 2014 e al decreto del Presidente della Repubblica n. 412 del 1993 (modificato dalla legge n. 90 del 2013).

La normativa è molto vasta, e prende in considerazione numerosi aspetti, dalla sicurezza alle responsabilità di pagamento nei contesti condominiali. In questa sede, accenneremo alla normativa sulla sicurezza, e in particolare alla parte che disciplina lo scarico dei fumi.

Secondo la legge, le caldaie devono scaricare sul tetto. E’ possibile derogare da questa norma solo nei seguenti casi:

 

  • Installazione caldaia di classe 4 e 5, quindi a basso coefficiente NOx.
  • Quando non si installa una nuova caldaia, bensì si sostituisce una che già scaricava sulla parete.
  • Se lo scarico sul tetto è incompatibile con le norme di tutela degli edifici (ossia se sono storici, beni artistici etc.).
  • Se il progettista dichiara, con apposita relazione, che lo scarico sul tetto è tecnicamente impossibile o metterebbe a rischio l’incolumità delle persone.

 

 

Installazione caldaia: quali i prezzi?

 

Il prezzo per la sola installazione della caldaia è variabile. Esso dipende dal margine di discrezione dell’installatore e dalla tipologia di caldaia. Le più grandi differenze si apprezzano nel confronto tra caldaie a condensazione e caldaie “tradizionali” (ossia afferenti a tutte le altre tipologie). In genere (ripetiamolo, al netto del prezzo del prodotto in sé), siamo sui 90,00 € - 350,00 €:

 

  • Installazione caldaia tradizionale: da 90,00 € a 300,00 €.
  • Installazione caldaia a condensazione: da 120,00 € a 350,00 €.

 

 

Installazione caldaia: a chi rivolgersi?

 

Chi installa la caldaia? La scelta è tra tre alternative.

 

  • Idraulico libero professionista. Se abilitato a farlo, anche il semplice idraulico può installare la caldaia.

 

  • Imprese di installazione impianti. Alcune imprese sono specializzate nell’installazione di vari impianti, tra cui certamente figurano quelli idraulici e quindi le caldaie.

 

  • Rivenditore. Nella maggior parte dei casi, è lo stesso punto vendita a fornire un servizio di installazione.

 

 

Installazione caldaia: come risparmiare

 

Quando si intende procedere con l’installazione della caldaia, è possibile risparmiare parecchio denaro. I modi per farlo sono due.

 

  • Sfruttare l’arma del preventivo. I prezzi, come abbiamo visto, sono variabili e una delle cause risiede proprio nel margine di discrezione dell’installatore. Ecco, dunque, che è possibile utilizzare il preventivo per individuare una soluzione soddisfacente in termini di rapporto qualità prezzo. Chiedete il preventivo ad almeno tre o quattro soggetti, poi procedete con una comparazione.

 

  • Accedere alle agevolazioni fiscali. L’installazione della caldaia dà sempre diritto alle agevolazioni fiscali. Esse consistono in una detrazione IRPEF, con aliquota variabile. Essa è del 65% se la caldaia è ad alta efficienza energetica (a condensazione, classe A). In tutti gli altri casi è del 50%.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Fare la controsoffittatura e qualche parete in cartongesso, tinteggiatura. A Sulmona.

Devo fare lo sbiancamento di un soppalco di circa 20 metri quadrati più scale. Grazie.

Rifacimento di un impianto elettrico e termico/idraulico per una casa anni '50/'60 di circa 90 mq (circa 45 mq per piano) complessivi in due piani, con un bagno. Al piano superiore e' presente un bagno con vasca da rifare completamente con doccia e sarebbe nostra intenzione fare un bagno al piano terra (sotto a quello già esistente). Impianto di riscaldamento con 6 termi tradizionali. Nell'a

Creare un secondo bagno nella lavanderia dove già si trova lo scarico lavatrice e lavatoio con acqua calda e fredda, nella stessa stanza si trovano gli scarichi dell'unico baglio che c'è, compreso pozzo nero. La stanza è grande. Grazie.