Ristrutturazione tetto Milano: quale il costo

Preventivi Gratuiti per Ristrutturare un Tetto a Milano

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

per conoscere il costo di una ristrutturazione tetto a Milano è opportuno richiedere e confrontare fra più preventivi.

Quando si parla di ristrutturazione di parti esterne di un edificio, spesso si ha a che fare con problemi legati alla copertura, alla manutenzione e al rifacimento dei tetti. Tetto piano, tetto inclinato, a falda o a capriata, varie sono le tipologie che magari necessitano di essere ricostruite, o semplicemente hanno bisogno di un intervento di manutenzione, per usura, per danni o per creare soluzioni che mirano ad un miglioramento dell’efficienza energetica e a ridurre i consumi. In questo quadro, il costo per la ristrutturazione di un tetto a Milano può oscillare fra i 20,00 € i 180,00 € per mq.


 

Ristrutturazione tetto Milano: perchè è importante?

 

Un tetto usurato dal tempo e dall’azione degli agenti atmosferici, che presenta tegole lesionate o problemi di deflusso delle acque meteoriche, problemi di infiltrazione o crepe, necessita urgentemente di interventi mirati di manutenzione.

Negli ultimi anni è sempre più diffusa la tendenza che mira al recupero del sistema tetto dal punto di vista strutturale abbinando un generale miglioramento del sistema termoisolante delle coperture, soprattutto con lo scopo di risparmiare sui consumi usufruendo anche di incentivi e agevolazioni.

Il tetto costituisce una parte progettuale molto complessa dell’edificio, che deve svolgere varie funzioni pur essendo l’ elemento costruttivo maggiormente esposto agli agenti atmosferici. La diversità climatica dei vari paesi, determina infatti tipologie differenti a seconda delle diverse aree geografiche, non a caso troviamo coperture a cupola nei paesi caldi, tetti piani nel centro sud, tetti inclinati al nord e nei paesi dove c’è la neve. Ogni sistema è progettato per un determinato clima e con materiali adatti a quel tipo di ambiente. Necessariamente, un intervento di manutenzione e rifacimento deve tener conto di questi aspetti, coniugando anche l’aspetto energetico e prestazionale.

Il tetto, infatti, oltre ad essere elemento di protezione della casa dagli agenti atmosferici, ha assunto nel tempo altre funzioni e, in particolare, quella di contribuire in termini consistenti, all’attivazione di condizioni interne confortevoli, sia per quanto riguarda gli aspetti termici, sia per quelli acustici, distinguendo tra condizioni invernali ed estive.

 

Ristrutturazione tetto Milano: Prezzi indicativi di riferimento
     
  Da A
Ristrutturazione tetto in calcestruzzo, legno o acciaio (a mq) 20,00 € 30,00 €
Realizzazione tetto ventilato (a mq) 150,00 € 180,00 €

 

 

Ristrutturare un tetto a Milano: quando e quali permessi richiedere

 

Per ristrutturare un tetto a Milano è necessario valutare una serie di aspetti e seguire un iter ben preciso: dalla richiesta dei permessi per effettuare la ristrutturazione, alla valutazione dei costi, scegliendo bene se farsi seguire da un tecnico specializzato e affidarsi ad un’impresa che segua tutto il processo della ristrutturazione, dai permessi alla chiusura dei lavori, garantendo tutti i passaggi necessari. In ogni caso è fondamentale valutare diversi preventivi, in maniera tale da effettuare un confronto e scegliere la migliore soluzione che offre un buon rapporto tra qualità e prezzo.

Per l’avvio dei lavori è necessario essere ben informati sulla richiesta di eventuali permessi o autorizzazioni da richiedere al Comune di Milano per evitare di incorrere in sanzioni o nel blocco dei lavori. Ogni tipologia di lavorazione prevede un iter diverso, e per questo motivo la richiesta è commisurata all’entità dei lavori da effettuarsi.

Il Testo unico dell'edilizia (DPR 6 giugno 2001 n. 380), e successive integrazioni, tra cui i recenti d.lgs 222/2016 e 126/2016 (decreti Madia) dettano i principi fondamentali e le disposizioni per la disciplina dell'attività edilizia.

Se l’intervento previsto per ristrutturare la copertura prevede il recupero dei materiali preesistenti, non necessita di permessi, in quanto viene configurata come intervento di manutenzione ordinaria.

Se, invece, si opta per un intervento migliorativo, con un rinnovo della struttura esistente o con una sostituzione che possa far pensare a una nuova configurazione e l’utilizzo di nuovi materiali, si parla di intervento di manutenzione straordinaria, sempre nel rispetto della sagoma e della volumetria dell’edificio.

Sul portale del Comune di Milano, nella sezione "Pratiche edilizie", è possibile trovare tutte le informazioni per la presentazione delle pratiche edilizie in relazione al tipo di intervento da effettuare. Per facilitare l'utilizzo dei nuovi moduli è stata predisposta la "Tabella interventi procedimenti" scaricabile dagli allegati della sezione "Modulistica edilizia".

Alcuni interventi, rientrano nell’elenco delle attività di edilizia libera e pertanto non richiedono alcun titolo: sono gli interventi di “manutenzione ordinaria” che riguardano opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture o quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

Nel procedimento della CIL (Comunicazione inizio lavori) rientrano, invece, le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità (entro un termine di novanta giorni).

Gli interventi che invece prevedono la CILA (Comunicazione inizio lavori asseverata), sono gli interventi di manutenzione straordinaria indicati dall'articolo 3, comma 1, lettera b) del d.P.R. n. 380/2001, tra cui l'apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali dell'edificio.

Interventi più consistenti, richiedono invece la SCIA (la segnalazione certificata di inizio attività) che è obbligatoria per gli interventi più consistenti, come i lavori di restauro e di risanamento conservativo e gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti.

Per il Comune di Milano, in seguito alla razionalizzazione delle competenze in materia edilizia tra Municipi e Sportello Unico per l'Edilizia, è stata effettuata un suddivisione secondo cui i Municipi hanno il compito di ricevere le CILA e CIL, mentre continuano a rientrare nella competenza dello Sportello Unico per l’Edilizia le “Segnalazioni Certificate di Inizio Attività” (SCIA), le “Denunce di Inizio Attività” (DIA) e le richieste di Permesso di Costruire.

Dal 1° settembre 2017 sono in uso nel Comune di Milano i moduli edilizi unificati approvati dalla Regione Lombardia. Sul sito del Comune, nella sezione Modulistica edilizia e documenti, è possibile trovare i moduli aggiornati per la presentazione delle istanze.

Alla domanda va sempre allegato un modulo relativo ai soggetti coinvolti e cioè gli altri eventuali titolari, il tecnico incaricato e il direttore di lavori se presenti, e la ricevuta di versamento dei diritti di segreteria, se prevista.

Ulteriori informazioni possono essere richieste allo Sportello Unico per l'Edilizia del Comune di Milano.

La richiesta dei permessi per rifare il tetto è fondamentale anche per avviare la pratica relativa al risparmio energetico: per lavori di ristrutturazione è possibile detrarre nella dichiarazione IRPEF il 50% delle spese sostenute.

Per quanto riguarda i costi per l’ottenimento dei permessi, sempre sul sito è possibile scaricare un allegato contenente un prospetto riepilogativo degli importi da pagare al momento della presentazione per tutte le tipologie di intervento: si va dalla marca da bollo da 16,00 € per interventi semplici, fino a un massimo di 516,00 € per la SCIA per opere edilizie maggiori.

 

 

Rifare un tetto a Milano: quali materiali usare?

 

Nel caso di rifacimento del tetto è necessario effettuare un’adeguata progettazione dei componenti e dei materiali utilizzati, tenendo conto di alcuni aspetti e valori di riferimento e delle condizioni climatiche.

E’ importante realizzare un tetto ben coibentato, un aspetto rilevante che risponde ai criteri di efficienza energetica e presuppone l’utilizzo di pannelli che consentono di mantenere l’ambiente caldo d’inverno e fresco in estate.

Tra gli interventi adottati, si distinguono i tetti ventilati e quelli non ventilati.

Un tetto viene considerato ventilato quando si decide di inserire uno strato di intercapedine, che appunto ha lo scopo di ventilare, tra i vari strati che compongono il pacchetto del tetto. In genere viene interposta un’intercapedine di circa 6-7 cm tra l’isolamento termico e il rivestimento di copertura. In tal modo si permette il passaggio dell'aria che entra dalla gronda e fuoriesce dal colmo. Ciò consente una serie di vantaggi, tra cui l’assorbimento dell’energia termica incidente e l’accumulo di vapore acqueo negli strati. L’umidità, infatti, viene facilmente smaltita.

Le superfici ventilate devono avere dimensioni adeguate, non devono presentare ostruzioni o variazioni di geometria ed è sempre necessario garantire la giusta pendenza.

Un tetto non ventilato, invece, è più adatto ad un tipo di copertura piana. Per il rifacimento di questo tetto di copertura, si opta per un sistema che prevede la barriera a vapore con l’utilizzo di guaine, o isolanti realizzati con materiali che hanno un buon comportamento in caso di un elevato tasso di umidità.

In ogni caso, è sempre bene studiare in maniera attenta il cosiddetto "pacchetto termico” del tetto, scegliendo i materiali giusti e gli spessori adeguati per rispondere ad ogni tipo di esigenza climatica e creare un sistema versatile sia in estate che in inverno.

 

 

Costo rifacimento tetto a Milano e agevolazioni

 

Ma quanto costa rifare un tetto? Per la realizzazione del tetto bisogna tener conto di tanti aspetti, oltre alle dimensioni, che incidono sul costo delle travi, dei materiali necessari per la copertura, bisogna considerare il tipo di tegole utilizzate, si può optare per una copertura in coppi, in tegole o si sceglie un sistema che prevede un pannello coibentato, sistemi tutti efficienti, ma che devono essere sempre progettati e calcolati in maniera minuziosa.

Questo determina anche la scelta di materiali differenti, a seconda del pacchetto termico scelto, del tipo di travi da utilizzare: si può scegliere, per esempio un sistema con travi in legno, travi in acciaio, varianti che determina costi assolutamente differenti.

Volendo stabilire cifre più o meno indicative al mq, si può dire che i prezzi per la ristrutturazione di un tetto a Milano variano dai 20,00 € - 30,00 € al mq per strutture più semplici con acciaio, calcestruzzo o legno, fino ai 150,00 € - 180,00 € al mq per tetti ventilati che garantiscono prestazioni ottimali dal punto di vista energetico e prestazionale.

 

 

Ristrutturazione tetto Milano: come risparmiare?

 

Per risparmiare, anche per la scelta dei materiali, è sempre bene confrontare fra più preventivi, magari facendosi consigliare da un esperto, facendo sempre in modo che la scelta finale sia il giusto compromesso tra le proprie esigenze e il costo finale e che garantisca una buona efficienza dal punto di vista della sicurezza e soprattutto dal punto di vista prestazionale. Un buon modo per ottenere rapidamente fino a 4 preventivi da imprese specializzate nella ristrutturazioni di tetti a Milano, è quello di inviare le propria richiesta per mezzo di Edilnet.it. Sul nostro portale è possibile trovare alcune delle migliori imprese edili di Milano specializzate nel rifacimento di tetti, come ad esempio:

GSC SRL
Milano - Via Guido De Ruggiero – Milano

RAS Group
Milano - Vicolo Prestino - Milano

SAP SRL
Milano - Via Antonello Da Messina – Milano

Impresa Geom. Giuseppe Forte
Milano - Via Maderna - Milano


Non bisogna dimenticare le agevolazioni previste dalla Legge di Stabilità per le ristrutturazioni edilizie. Un incentivo importante per chi intende ristrutturare il tetto della propria casa.

Grazie alle disposizioni contenute nella Legge di Stabilità è possibile beneficiare di agevolazioni fiscali per ristrutturare casa ed effettuare interventi di efficientamento energetico.

Tutte le informazioni su come poter beneficiare di tali incentivi sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

 

 


Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Ho bisogno della posa di una tettoia in legno 6x4.50 a Riano. Resto disponibile per fornire ulteriori indicazioni.

Salve, avrei necessità di installare due pensiline in legno con copertura in colpo o finto colpo, su due balconi al primo piano di una palazzina in cortina. La prima pensilina dovrà essere di circa un metro di profondità e circa 6 di lunghezza, la seconda uguale per la profondità ma mal lunghezza sarà di circa 4 metri. Grazie. 21 Agosto - Ho chiesto ad Edilnet di farmi ottenere il contatto d

Ho bisogno di 300 mt di ponteggio noleggiato per 10 giorni a Torino.

Devo costruire una casa su un albero di 40 mq al'Aquila.