Sbiancare il parquet: quale il costo?

Preventivi Gratuiti per Sbiancare il Parquet

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Il costo per sbiancare il parquet dipende dall'aggressività del trattamento.

Sbiancare il parquet è una operazione in grado da un lato di riportare il rivestimento alla sua tonalità originaria e dall’altro, se si adottano determinate accortezze, di rivoluzionarne l’aspetto. Ecco cosa è bene sapere al riguardo, con un focus sulle tipologie di sbiancatura, sui costi e sui modi più efficaci per risparmiare.


 

Perché sbiancare un parquet esistente?

 

Sbiancare il parquet è una scelta che può avere motivazioni derivanti da un oggettivo stato di necessità, come dal semplice gusto estetico. Nello specifico, si decide di sbiancare il parquet perchè:

 

  • Il colore non piace più. Il parquet impatta significativamente sull’estetica di un locale. In un certo senso, con la sua tonalità e la sua eleganza, ne definisce l’identità. E’ ovvio, quindi, che se avete deciso di rivoluzionare dal punto di vista estetico un locale, magari agendo in primis sui colori, non possiate prescindere da una modifica del parquet. Se optate per tonalità più chiare, quindi, la sbiancatura del parquet è una scelta obbligata.

 

  • Si è ossidato. Il parquet va incontro ad ossidazione. E’ un processo fisiologico, che coinvolge - certo in misura diversa - sia i prodotti di qualità che quelli un po’ più scarsi. Il motivo di ciò risiede nella fotosensibilità, che nel parquet è significativa. Alcune tipologie di legno, come il rovere classico, il teak asiatico e il noce americano, a seguito della ossidazione si scoloriscono. Altri, come il rovere neutro, il doussiè, l’iroko, il wengè e l’afrormosia, si scuriscono. In questi casi, come minimo per ripristinare la tonalità originale, è bene procedere con la sbiancatura.

 

Costo sbiancatura parquet: prezzi medi

     
  Da A
Sbiancatura parquet “leggera” (al mq) 8,50 € 18,00 €
Sbiancatura parquet “pesante” (al mq) 11,50 € 22,00 €
Applicazione della pellicola protettiva (al mq) 2,50 € 7,00 €

 

 

Sbiancare il parquet: come si fa?

 

Molti, quando decidono di sbiancare il parquet, sono tentati dal fai da te. E’ senz’altro una soluzione percorribile, ma rischiosa, specie se non si è del mestiere. Dal punto di vista teorico sbiancare il parquet appare come una operazione semplice. Alla prova dei fatti, però, si scopre quasi sempre che è necessaria una certa manualità e che le probabilità di rovinare definitivamente il parquet sono alte. Dunque, il consiglio è di rivolgersi sempre agli esperti.

A prescindere da chi realizza effettivamente la sbiancatura, è bene conoscerne i passaggi, in modo da verificare che gli interventi procedano come dovuto. A tal proposito, è necessario distinguere tra due tipologie di sbiancatura.

 

Sbiancatura leggera

In questo caso, lo scopo è portare il parquet ormai ossidato al suo stato originario. E’ dunque un intervento di tipo restaurativo-conservativo. Il primo passaggio consiste nella levigatura, il cui scopo è eliminare eventuali irregolarità, le quali renderebbero meno omogenea l’applicazione delle sostanze schiarenti, e di eliminare la patina del parquet, responsabile dell’aspetto lucido.

Il secondo passaggio consiste nella prova su una porzione limitata e periferica del parquet (es. un angolo) della sostanza schiarente, in modo da verificarne l’effetto. Infine, si applica la stessa, che è poi non è altro che una leggera vernice ad acqua o un solvente naturale.

 

Sbiancatura pesante

Detta anche “total white”, il suo scopo non è portare il parquet allo stato originario ma bensì cambiarne radicalmente il colore, portandolo a un bianco o comunque su tonalità molto chiare.

I passaggi preliminari, quindi levigatura e prova, sono identici alla sbiancatura leggera. A cambiare, ovviamente, è la sostanza schiarente, che è una vera e propria vernice, con funzione decisamente coprente. A disposizione del cliente vi sono vernici di qualsiasi tipo e colore, le quali possono soddisfare le più varie esigenze estetiche.

 

Un terzo passaggio, che però in alcuni casi può non essere realizzato (ossia se il parquet è comunque in eccellenti condizioni) consiste nell’applicazione di un film protettivo capace di tutelare il legno dall’azione del sole e di sostanze irritanti.

 

 

Sbiancare il parquet: a chi rivolgersi?

 

Come abbiamo specificato in precedenza, è molto rischioso optare per il fai da te. Anche perché i profani, dunque i non addetti ai lavori, in genere non sono in grado di scegliere il prodotto schiarente più adatto, ovvero quello in grado da un lato di realizzare l’impatto estetico desiderato e dall’altro di non risultare aggressivo per quello specifico tipo di legno.

Dunque, rivolgetevi a personale esperto, ovvero a parquettisti professionisti o a imprese che offrono esplicitamente questo servizio.

Un altro motivo per cui è bene lasciar fare ai professionisti risiede nel fatto che gli interventi non si concludono con la semplice sbiancatura. A essa va seguita la realizzazione di un programma manutentivo regolare, in quanto tale processo indebolisce leggermente il parquet. Programma del quale possono dare contezza solo gli esperti. Per esempio, è sconsigliato lavare con acqua il parquet sbiancato.

 

 

Sbiancare il parquet: quali i prezzi?

 

I prezzi dipendono da numerosi fattori, per esempio dalla qualità di vernice o di solvente utilizzato. Tuttavia, il fattore preponderante è l’entità della sbiancatura, che come abbiamo visto può essere leggera o pesante. In genere, comunque, siamo nell’ordine delle centinaia di euro.

 

  • Sbiancatura parquet “leggera”: da 8,50 € a 18,00 € al mq.
  • Sbiancatura parquet “pesante”: da 11,50 € a 22,00 € al mq.
  • Applicazione della pellicola protettiva: da 2,50 € a 7,00 € al mq.

 

Vari effetti per la sbiancatura di un parquet.

 

 

Sbiancare il parquet: come risparmiare?

 

I prezzi, come abbiamo visto, sono piuttosto variabili. Parte di questa variabilità dipende dal margine di discrezione che le varie imprese e i vari professionisti si arrogano. Ciò, lungi dal rappresentare uno svantaggio, determina invece alcune occasioni di risparmio. Il miglior modo di sfruttarle è agire sui preventivi: chiedete i preventivi a più soggetti e, dopo averne raccolti tre o quattro, confrontateli. Infine, individuate la soluzione che più vi soddisfa in termini di rapporto qualità prezzo.

Occhio, poi, a non farvi sfuggire le agevolazioni fiscali. Stando alla Legge di Stabilità, la sbiancatura del parquet, se inserita all’interno di un programma di ristrutturazione corposo, dà diritto a una detrazione IRPEF delle spese. Le detrazioni non possono essere applicate tutte in una volta ma devono necessariamente essere distribuite in dieci periodi di imposta. E’ previsto, poi, un limite di spesa, che è pari a 96.000,00 €.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Fare la controsoffittatura e qualche parete in cartongesso, tinteggiatura. A Sulmona.

Devo fare lo sbiancamento di un soppalco di circa 20 metri quadrati più scale. Grazie.

Rifacimento di un impianto elettrico e termico/idraulico per una casa anni '50/'60 di circa 90 mq (circa 45 mq per piano) complessivi in due piani, con un bagno. Al piano superiore e' presente un bagno con vasca da rifare completamente con doccia e sarebbe nostra intenzione fare un bagno al piano terra (sotto a quello già esistente). Impianto di riscaldamento con 6 termi tradizionali. Nell'a

Creare un secondo bagno nella lavanderia dove già si trova lo scarico lavatrice e lavatoio con acqua calda e fredda, nella stessa stanza si trovano gli scarichi dell'unico baglio che c'è, compreso pozzo nero. La stanza è grande. Grazie.