Bancone da cucina: quale il costo?

Preventivi Gratuiti per un Bancone da Cucina

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Il costo di un bancone da cucina dipende dalle dimensioni e dai materiali.

Ti sposi o vai a convivere e sei in procinto di acquistare la tua prima cucina? Hai già una cucina ma ti sei accorto che è tempo di rinnovarla? Dopo aver pensato allo stile che vuoi dare alla cucina, è tempo di pensare anche al bancone, uno dei componenti fondamentali. Ma come orientarsi nella giungla di proposte, senza conoscere il costo? Questa guida ti fornirà tutte le informazioni.


 

Cosa è un bancone da cucina e i suoi vantaggi

 

Il bancone da cucina è forse l’elemento più creativo in cucina, un multiforme che può adattarsi, di volta in volta, in base alle esigenze di spazio e al gusto di ognuno di noi.

Il bancone da cucina può quindi assumere l’aspetto del bancone del bar, o essere un piano snack, una penisola o un’isola.

Qualsiasi sia il tipo di bancone che scegliamo, è certo che, in tutte le sue forme, non perde le sue peculiarità. Il bancone è il posto giusto dove consumare un pasto veloce, servire un aperitivo o far accomodare qualcuno mentre noi cuciniamo.

È un elemento pratico, comodo sul quale consumare una colazione, un pranzo veloce, una merenda e perché no servire una cena in piedi in un open space o fare i compiti!!

Ma non finisce qui! Il bancone è un elemento strutturale importante sopratutto quando la cucina, ed è sempre più frequente, divide la zone preparazione pasti dal living. Diventa una sorta di barriera che divide lo spazio mantenendo la continuità con il resto della casa.

 

Costo bancone da cucina: prezzi di riferimento
     
  Da A
Mobile di supporto 100,00 € 500,00 €
Top cucina in laminato post formato (a mq) 50,00 € 100,00 €
Top cucina in laminato stratificato HPL (a mq) 70,00 € 150,00 €
Top cucina in Fenix (a mq) 90,00 € 160,00 €
Top cucina in quarzo (a mq) 150,00 € 300,00 €
Top cucina in Betacryl (a mq) 50,00 € 100,00 €
Top cucina in Dekton (a mq) 180,00 € 350,00 €
Top cucina in legno (a mq) 80,00 € 140,00 €
Tariffa oraria manodopera 20,00 € 40,00 €

 

 

Un elemento che è perfetto anche nelle cucine più piccole e, non ci crederai, proprio per chi ha bisogno di spazio. È possibile infatti progettare un picciolo piano snack o penisola che qui ha la funzione non solo di delineare lo spazio ma anche di guadagnarne. La penisola può sostituire il classico tavolo e, se disegnata a modo, può essere provvista di elementi supplementari: cassetti, piani a giorno, ripiani, ante che posso rappresentare una soluzione in più per riporre le stoviglie e tutto quello di cui abbiamo bisogno per cucinare.

Il bancone però è sempre uno spazio in più e sappiamo quanto i piani di appoggio non siano mai abbastanza in cucina. La penisola o piano snack, il bancone e l’isola, sono a tutti gli effetti spazio in più sul quale poter lavorare, poter appoggiare pentole o stoviglie.

Il bancone e l’isola poi possono ospitare anche elettrodomestici da incasso come la lavastoviglie, i piani cottura, il lavandino e diventare uno strumento professionale per la preparazione dei pasti.

L’importante però è sempre quello di considerare gli spazi di ingombro, serve spazio soprattutto se scegliamo un'isola, almeno di 100 cm tra cucina, penisola e sgabelli.

L’isola, quindi, è per le sue dimensioni il sogno proibito di molti. Non c’è catalogo che non abbia dentro più di una soluzione con un’isola: perfetta negli spazi ampi, negli open space, in tutte quelle case che possono permettersi di dare importanza ad un elemento che deve risaltare perché definisce uno spazio e lo amplifica.

Se poi non è solo uno spazio destinato alla preparazione dei cibi, ma decidi di arricchirlo con elettrodomestici e elementi idraulici è importare che tu predisponga tutto già in fase di progettazione: definisci gli allacci dell’energia elettrica e lo scarico dell’acqua, per esempio.

Il bancone, la penisola o piano snack, l’isola, non c’è niente da fare, donano stile e carattere alla cucina. Pensate ad una cucina componibile disposta su parete, con tavolo e sedie: una composizione già vista e rivista.

Aggiungete alla composizione un piano snack in contrasto di colore o di materiale, un’isola imponente con tutte le padelle appese in alto o un’illuminazione progettata ad hoc, non vi sembra già tutto un altro ambiente?

Diventano quindi soluzioni che hanno solo vantaggi come quello di separare gli spazi, dotare la cucina di spazio in più per cucinare.

Possono anche essere utilizzati al posto del tavolo ed essere uno strumento per cucinare da veri professionisti: a vista e con tutti gli attrezzi a portata di mano.

 

 

Banconi da cucina: tipologie e materiali?

 

Quando si parla di banconi, lo abbiamo visto, non si parla solo di un modello, di una tipologia. È quindi indispensabile capire le diverse tipologie e soprattutto i materiali con i quali essi possono essere fatti. In linea di massima, le tipologie di banconi da cucina sono:

 

Bancone da cucina: è il classico bancone a uno o due piani, più alto degli altri piani di appoggio può essere agganciato o meno alla struttura della cucina. Per convenzione ha sempre davanti due o più sgabelli proprio per imitare le strutture dei bar

 

  • La penisola: è il bancone che ha un anima ancorata alla struttura della cucina, a differenza del bancone vero e proprio ha un altezza pari al top della cucina o poco più alto, viene utilizzato per i progetti a L o a U in unione con il tavolo vero e proprio. Può essere pieno o contente elementi per lo stoccaggio di cibi e stoviglie o libero così che possiamo inserire sedie o sgabelli

 

  • L’isola: è la struttura indipendente alla cucina, distante minimo 100 cm dalla cucina, è una struttura a sé che può essere dello steso materiale o in netto contrasto, può diventare un piano di appoggio, un elenco contenitivo o avere elettrodomestici o lavelli incassati al suo interno.

 

  • Il piano snack: è una tipologia di penisola che non ha struttura, composta da un piano che appoggia su delle gambe, è spesso di colore e materiale diverso rispetto a quello della cucina. Diversissimi tra di loro anche per quanto riguarda i materiali che, lo abbiamo capito, possono concordare o meno con quelli della cucina.

 

La struttura del bancone, della penisola, del piano snack e dell’isola può essere in legno massello o in laminato, quello che li differenzia è il top, la parte superiore che può essere fatto dello stesso materiale o meno.

L’importante è considerare l’importanza del top, sarà proprio questo elemento che entrerà in contatto con sostanze anche corrosive, con le lame, le alte temperature.

Nell’annosa ricerca del materiale perfetto per le nostre esigenze, pratico e dal design più accattivante, dobbiamo comparare tra di loro i diversi materiali:

 

  • Laminato post formato: forse il più diffuso ed economico, disponibile in una varietà quasi infinita di colori, può essere adattato a qualsiasi stile. Pratico, resiste ai graffi e alla macchie è sensibile al calore. Il costo rientra in una forbice tra i 50,00 € e i 100,00 € al mq.

 

  • Laminato stratificato HPL: è l’evoluzione del laminato postformato e tra le sue caratteristiche c’è una maggiore resistenza alle temperature e l’impermeabilità. Queste caratteristiche lo rendono uno dei materiali più scelti in assoluto. Il costo si aggira sui 70,00 € - 150,00 € al mq.

 

  • Fenix: altro materiale nato dal postformato è l’evoluzione che, come dice la parola stessa, rinasce dalle ceneri. Possiede una capacità riparatrice ai graffi, sui quali basta passare sulla zona interessata un panno con sopra il ferro da stiro. A questa si aggiunge la struttura stessa del materiale che lo rende morbido al tatto. Il costo si attesta sui 90,00 € - 160,00 € per mq.

 

  • Il quarzo: è in realtà un agglomerato, per il 95% naturale e per il resto composto da resine. Resistente, duraturo, liscio al contatto e una buona resistenza alle alte temperature. Il costo ai aggira intorno ai 150,00 € - 300,00 € al mq.

 

  • Betacryl: altro materiale sintetico, ha la capacità di autoripararsi dai graffi è altamente resistente, non è un caso che con questo materiale si possano realizzare non solo il top ma anche i lavandini. Ha un consto tra i 50,00 € e i 100,00 € al mq.

 

  • Dekton: chiudiamo la presentazione dei top con questo materiale che nasce da una sofisticata miscela di vetro, materiali ceramici e quarzo di altissima qualità. Il costo è tra i 180,00 € e i 350,00 € per mq.

 

  • Un bancone cucina in legno si aggira presenta un costo che va dagli 80,00 € ai 140,00 € al metro.

 

 

Quanto costa acquistare e mettere in posa un bancone da cucina?

 

Il prezzo di un bancone per la cucina, di una penisola, piano snack o isola dipende, naturalmente, dal materiale in cui esso è realizzato e dal tipo con il quale è realizzato.

I prezzi variano dai 100,00 € fino ai 500,00 € per un banco per cucina, stesso range per i materiali, ma questi sono influenzati anche dalle misure.

Conoscere i materiali e le misure è fondamentale soprattutto se decidiamo, noi, di posare il bancone della cucina. Un lavoro che richiede perizia e precisione che possiamo svolgere da soli ma se non abbiamo tempo e la possibilità possiamo affidarci a dei professionisti, il cui costo di manodopera per l'installazione di un bancone da cucina si aggira sui 20,00 € - 40,00 € l'ora.

 

 

Bancone da cucina, come poter risparmiare

 

Quando decidiamo di acquistare un bancone per la cucina e poi pensiamo alla posa è importante affidarsi ad un professionista soprattutto se non si ha né tempo né le competenze giuste per portare a termine il lavoro.

Solo richiedendo e confrontando fra più preventivi si può ottenere il miglior rapporto qualità/prezzo.

Un'altra possibilità di risparmio è offerta dalle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, rinnovate grazie alla Legge di Stabilità: tutte le informazioni al riguardo possono essere trovate sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

 

 


Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Rifacimento tetto di una casa libera su 2 lati dotata di cortile privato, il tetto e vecchio e cede in alcuni punti, le travi sono piene di tarli; vorrei toglierlo e rifarlo uguale nel senso che mi interessa solo un tetto semplice, travi di legno, staffoni, listelli e coppi (magari in pvc nn saprei) + 2 grondaie lunghe circa 8 metri per parte con la dovuta impermeabilizzazione del tetto semplice i

Esce poca acqua calda dai rubinetti, penso sia problema di scambiatore. Chiedo la sostituzione della caldaia.

Ho una caldaia Savio e devo sostituire lo scambiatore secondario detto ‘doppio tortiglione’. Vorrei avere dei preventivi. Grazie Cordiali saluti.

Mi occorre la pulitura delle grondaie del condominio ad Altopascio. Contatto urgente.