Impermeabilizzazione tetto: quanto costa?

Preventivi Gratuiti per Impermeabilizzare un Tetto

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Il costo per l'impermeabilizzazione di un tetto è calcolato al mq.

L’impermeabilizzazione del tetto è una soluzione necessaria, se si intende evitare problematiche molto fastidiose e potenzialmente pericolose come l’aumento dell’umidità e la comparsa della muffa. Ecco una panoramica completa dell’argomento, con un focus sui materiali, sui costi e sulle agevolazioni fiscali.


 

Impermeabilizzazione tetto: quando è necessaria?

 

Con l’espressione impermeabilizzazione tetto si intende la posa di una copertura sul tetto allo scopo di proteggere una costruzione dall’azione dell’acqua e, in particolare, dalle infiltrazioni. Quest’ultimo fenomeno, infatti, provoca conseguenze importanti per l’integrità di una costruzione e ne pregiudica, nei casi peggiori, la vivibilità. Tali conseguenze consistono nell’aumento esponenziale dell’umidità e nella comparsa delle muffe.

Esse esercitano un impatto estetico piuttosto negativo sui locali (es. le classiche macchie scure alle pareti) e a lungo andare possono persino causare problemi di natura respiratoria.

Una qualche forma di impermeabilizzazione, proprio per evitare i problemi appena descritti, è sempre necessaria. Ovviamente, occorre procedere al restauro o al rifacimento se lo strato non è più in grado di porre un valido freno alle infiltrazioni d’acqua.

L’impermeabilizzazione del tetto viene eseguita applicando uno strato di guaina (detta anche membrana) caratterizzata da una porosità minima. Esistono varie tipologie di guaina. Esse vanno scelte in base alle caratteristiche del tetto e prendendo in considerazione la presenza - eventuale - delle finiture e del rivestimento.

 

Costo impermeabilizzazione tetto: prezzi medi
     
  Da A
Manodopera per la posa (al mq)
2,50 € 17,50 €
Costo della membrana bituminosa (al mq)
2,20 € 4,60 €
Guaina prefabbricata polimerica (al mq)
3,75 € 9,00 €
Costo della membrana autoadesiva (al mq)
4,25 € 8,50 €
Costo della membrana autoprotetta (al mq)
4,75 € 11,50 €

 

 

 

Impermeabilizzazione tetto: tipologie e materiali

 

La scelta verte tra le seguenti tipologie di materiali.

 

Membrane bituminose. E’ l’alternativa maggiormente praticata. Le membrane bituminose sono derivati del petrolio, spesso e volentieri prefabbricate. Vantano buone capacità impermeabilizzanti ma non sono in grado di resistere agli agenti atmosferici e alle sollecitazioni meccaniche (es. calpestio). Per tale motivo, la loro posa deve essere seguita dall’applicazione di una protezione superficiale. Essa può essere determinata dalla semplice ghiaia o, come accade spesso, dalla pavimentazione. Le membrane bituminose si applicano per mezzo della fiamma libera e rappresentano la soluzione più economica.

 

Membrane polimeriche. Tali sostanze sono simili alle analoghe bituminose, con una sola differenza: contengono percentuali significative di PVC o polietilene. La loro caratteristica principale è l’elasticità, che conferisce loro una certa resistenza alle sollecitazioni meccaniche. Poco adatte per i tetti ricoperti da materiale bituminoso (es. asfalto e catrame), necessitano anch’esse di una protezione superficiale in quanto poco resistenti all’azione dei raggi UV. Anche in questo caso la posa prevede l’impiego della fiamma libera.

 

Membrane autoadesive. Tali materiali possono essere sia bituminosi che polimerici. La loro caratteristica principale risiede, però, nell’applicazione “a freddo”, che non contempla l’uso della fiamma libera. Le membrane autoadesive si trovano in pannelli e come tali vanno posati. Rappresentano la soluzione migliore se il tetto, per i motivi più svariati, non può sopportare il calore della fiamma.

 

Membrane autoprotette. La qualità principale di queste guaine consiste nella loro resistenza agli agenti atmosferici, alle sollecitazioni meccaniche e ai raggi UV. Non necessitano, quindi, di una protezione superficiale: sono del tutto autosufficienti. Tale particolarità deriva dalla presenza di uno strato superficiale in materiale solido, che può essere il rame, l’alluminio, l’ardesia. Anche in questo caso è prevista l’applicazione a freddo, che quindi risulta più semplice e meno rischiosa rispetto alle membrane bituminose / polimeriche. Le membrane autoprotette rappresentano la tipologia più costosa ma anche la migliore in termini qualitativi.

 

 

Impermeabilizzazione tetto: la normativa

 

L’unica normativa di rilievo che coinvolge l’attività di impermeabilizzazione riguarda, in realtà, solo i prodotti utilizzati. Ovvero, le membrane.

Il punto di svolta nella legislazione si è verificato il 1° settembre 2006, giorno a partire dal quale tutte le membrane impermeabilizzanti hanno dovuto recare il marchio CE. A tale obbligo è seguito, a stretto giro, il varo delle norme tecniche europee note con le sigle EN 13707; EN 13970; EN 13969; EN 13859 -1; EN 14695.

Inoltre, dal 1° luglio 2013 è diventata obbligatoria l’attribuzione a ciascun prodotto della Dichiarazione di Prestazione. Esso è un documento che descrive le caratteristiche del materiale. Tra le varie voci trattate spiccano il tempo di vita atteso, la capacità di resistenza all’esposizione solare, la resistenza al carico del vento, la resistenza al punzonamento statico etc.

 

 

Impermeabilizzazione tetto: quanto costa al mq

 

L’impermeabilizzazione del tetto può costare parecchio. Si parla, nella maggior parte dei casi, di cifre superiori ai 15,00 € al mq, compresa la manodopera. Ecco una panoramica esaustiva.

 

  • Manodopera per la posa: da 2,50 € a 17,50 € al mq.
  • Costo della membrana bituminosa: da 2,20 € a 4,60 € al mq.
  • Guaina prefabbricata polimerica: da 3,75 € a 9,00 € al mq.
  • Costo della membrana autoadesiva: da 4,25 € a 8,50 € al mq.
  • Costo della membrana autoprotetta: da 4,75 € a 11,50 € al mq.

 

Se si parla di costi, è necessario fare un riferimento alle agevolazioni fiscali. Stando alla Legge di Stabilità, anche l’impermeabilizzazione dei tetti è soggetta alle agevolazioni. Esse consistono in una detrazione IRPEF di una percentuale delle spese, da distribuire in dieci periodi di imposta.

 

 

Impermeabilizzazione tetto: a chi rivolgersi?

 

Chi impermeabilizza il tetto? Il fai da te, seppur possibile, è comunque sconsigliato perché pone in essere alcuni rischi. Anche perché, nella maggior parte dei casi, si opera a fiamma libera. Dunque, rivolgetevi a degli esperti.

La scelta è tra impresa e libero professionista. Nello specifico, impresa edile. Tutte le realtà di questo tipo, a prescindere dal loro grado di esperienza e dalla specializzazione, offrono un servizio di impermeabilizzazione. Esso, infatti, è a tutti gli effetti uno degli interventi di natura edilizia più semplice in assoluto.

Se invece intendete risparmiare e rivolgervi a un libero professionista, verificate se possibile il suo grado di competenza, la sua esperienza e la sua onestà.

 

un tetto impermeabilizzato

 

 

Impermeabilizzazione tetto: come risparmiare?

 

I prezzi, come abbiamo visto, sono molto elevati. E’ possibile però risparmiare, e parecchio. Se si segue un semplice metodo, è possibile pagare fino al 20-50% in meno.

Tale metodo consiste nell’uso “intelligente” dei preventivi. Chiedete il preventivo ad almeno tre o quattro imprese, confrontateli e infine individuate la soluzione che più vi soddisfa in termini di rapporto qualità prezzo.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Realizzazione 2 campi di calcio a 5 di cui 1 coperto, spogliatoi, chiosco.

Lavaggio all'impianto di riscaldamento di casa. Ci sono 7 termosifoni in alluminio.

Devo sostituire la caldaia attuale con una a condensazione che abbia una maggiore potenza riscaldante e sia sopra i 30/32 kw effettivi.

Devo smaltire un paio di lastre di eternit di una superficie di circa 4 mq.