Quanto costa il progetto di un bagno?

Preventivi Gratuiti per il Progetto di un Bagno

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Il progetto di un bagno presenta costi variabili.

Il progetto di un bagno è una risorsa fondamentale sia se si intende costruirlo ex novo che realizzare un rifacimento radicale. In questo articolo affrontiamo in maniera esaustiva l’argomento, proponendo un focus sulla normativa, sulla scelta del progettista, sui costi e sui modi per risparmiare senza incidere negativamente sulla qualità del servizio.


 

Perché fare un progetto del bagno?

 

Quando si intende ristrutturare un bagno o costruirlo ex novo (ovviamente in una casa di nuova costruzione) il progetto del bagno rappresenta uno strumento fondamentale. Lo è anche quando la legge non prevede un obbligo in merito. Il progetto, infatti, rappresenta in questi casi una risorsa molto utile, uno strumento di tutela e garanzia.

Consente, inoltre, di impedire un innalzamento dei costi che altrimenti sarebbe fisiologico e quindi scontato. Chiunque abbia commissionato interventi di ristrutturazione (o costruzione ex novo) senza essersi avvalso di un progetto, ha sperimentato una spiacevole dinamica: la proposta da parte dell’impresa, in corso d’opera, di realizzazione di interventi aggiuntivi.

Inoltre, il progetto bagno consente al committente di mettere nero su bianco alcuni particolari che, in caso contrario, potrebbero essere accantonati durante l’effettiva fase di realizzazione. Ciò vale non solo per ciò che concerne le opere murarie ma anche per questioni che riguardano, molto banalmente, l’arredamento.

 

Costo progetto bagno: prezzi medi
     
  Da A
Progetto per ristrutturazione bagno senza rifacimento impianti 250,00 € 1.000,00 €
Progetto per ristrutturazione bagno con rifacimento impianti 350,00 € 1.100,00 €
Progetto per ampliamento bagno 300,00 € 1.200,00 €

 

 

Progetto bagno: quando è necessario?

 

In tutti i casi, il progetto del bagno è consigliato, proprio in virtù dei vantaggi che questo strumento assicura e che abbiamo descritto nel paragrafo precedente. In alcuni casi, però, è semplicemente obbligatorio.

La normativa in merito è abbastanza complicata, anche perché è stata oggetto di qualche rimaneggiamento nel corso degli anni. Prima di affrontare la questione nel suo complesso, operando magari qualche semplificazione, è bene fare riferimento a due casi particolari ma molto frequenti.

 

  • Costruzione bagno ex novo. In questa fattispecie, la realizzazione del bagno è inserita all’interno del programma di interventi per la costruzione in toto dell’abitazione. Dal momento che è impossibile pensare di costruire una casa senza un progetto, anche il bagno ne è coinvolto.

 

  • Modifica significativa degli impianti. In questo caso, ovvero quando, in una prospettiva di ristrutturazione, non ci si limita a risanare gli impianti ma si procede a un rifacimento con progetto diverso rispetto all’originario, è sempre necessario un progetto.

 

In linea di massima, quando si parla di ristrutturazione, il progetto è obbligatorio per quegli interventi che richiedono un titolo abilitativo o impongono una comunicazione alle autorità. Il riferimento è agli interventi soggetti alla CILA, alla SCIA, al Permesso di Costruire.

Il progetto è obbligatorio quindi quando si amplia il bagno, quando si aggiungono o si spostano porte e finestre (CILA), quando si modifica radicalmente un impianto (SCIA); mentre è facoltativo quando si modificano le finiture e si sostituiscono i rivestimenti. Questi ultimi lavori, infatti, rientrano nella categoria dell’edilizia libera.

 

 

Come viene realizzato il progetto di un bagno?

 

Il progetto del bagno, sia esso finalizzato alla sua realizzazione ex novo che alla semplice ristrutturazione, è simile, per struttura e componenti, a qualsiasi altro progetto di natura edilizia.

Dunque, è di norma diviso in tre parti.

 

  • Relazione generale. Questa sezione comprende la descrizione, in forma discorsiva, degli interventi da fare. Spesso contiene delle premesse e la presentazione delle esigenze di partenza manifestate dal committente in sede di colloquio.

 

  • Elaborato tecnico. Questa sezione comprende almeno due elementi: disegni e relazioni specialistiche. I primi consistono, molto banalmente, nelle planimetrie. Le seconde in elaborati che descrivono, calcoli alla mano, dinamiche importanti dal punto di vista ingegneristico, come quelle che riguardano le forze in gioco. Spesso, le relazioni specialistiche descrivono o suggeriscono i materiali da utilizzare. Nel caso di una ristrutturazione che prevede il rifacimento totale degli impianti, o della costruzione ex novo del bagno, l’elaborato tecnico contiene anche il disegno degli impianti.

 

 

  • Computo metrico. E’ la lista dettagliata di tutti gli interventi da fare, corredata da informazioni di tipo quantitativo. Il computo metrico è la base a partire dalla quale l’impresa realizza il preventivo. Esso, infatti, non risponde solo alla domanda “cosa” ma anche alla domanda “quanto”.

 

 

Progetto bagno: chi lo fa?

 

Da questo punto di vista, il legislatore non ha sparigliato le carte in tavola. I requisiti, almeno per i lavori privati, sono gli stessi di sempre. Un progettista, per lavorare a norma di legge, deve essere iscritto all’albo di una delle seguenti professioni: architetto, ingegnere, geometra.

Ne consegue che, se intende ristrutturare o realizzare un bagno, vi basta contattare un architetto, un ingegnere o un geometra per la realizzazione del progetto.

Il possesso di questi requisiti tutto sommato banali non dice nulla sulla effettiva qualità di un professionista. Per valutare quella, è necessario sforzarsi un po’ di più: informarsi sul vissuto del professionista, raccogliere opinioni di chi ha in passato usufruito dei suoi servizi, prendere visione - se possibile - di qualche intervento precedente.

 

 

Progettare il bagno: a cosa fare attenzione

 

Quando si commissiona un progetto per il bagno è necessario tenere conto di alcuni elementi collaterali, ma che possono inficiare sulla qualità finale.

 

Aderenza del progetto ai propri desideri. Tutti i professionisti lavorano con un proprio modus operandi. Dunque, accertatevi che effettivamente il progetto risponda alle vostre esigenze e non sia esclusivo frutto della sensibilità del progettista.

 

Possibilità di snellire il progetto. Se gli interventi non sono radicali, è possibile mondare il progetto di alcune sue parti, con conseguente riduzione dei costi. Verificate questa possibilità con il progettista.

 

Competenze del professionista. Ovviamente, prima di affidarsi a un progettista, è necessario valutarne le capacità.

 

 

Progetto del bagno: quale il costo?

 

Il costo per il progetto di un bagno è molto variabile, è difficile individuare una cifra valida per tutte le situazioni. Anche perché i progettisti stabiliscono il proprio onorario su base percentuale (sul costo complessivo degli interventi).

Possiamo comunque individuare un costo per un progetto inerente a una ristrutturazione per un bagno di media grandezza (8 mq), con e senza modifica dell’impianto, o in caso di ampliamento.

 

  • Progetto per ristrutturazione bagno senza rifacimento impianto: da 250,00 € a 1.000,00 €.
  • Progetto per ristrutturazione bagno con rifacimento impianto: da 350,00 € a 1.100,00 €.
  • Progetto per ampliamento bagno: da 300,00 € a 1.200,00 €.

 

 

rendering del progetto di ristrutturazione di un bagno.

 

 

Progetto del bagno: come risparmiare?

 

Come abbiamo visto, i prezzi possono essere anche molto alti. Per fortuna, sono anche molto variabili (a prescindere dalla quantità e dalla qualità degli interventi). Anche perché le professioni sono state liberalizzate e le dinamiche concorrenziali si sono intensificate.

Proprio in queste dinamiche il committente si può inserire per risparmiare il più possibile. Se si segue un semplice metodo, si può risparmiare anche il 50%.

Tale metodo consiste nel contattare più professonisti, chiedere il preventivo e alla fine confrontare le ipotesi di costo. In questo modo, è facile trovare una soluzione che soddisfi in termini di rapporto qualità prezzo.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Lattoniere per tetto garage circa 8 metri di scossalina e montaggio del colore dorato della foto.

Sovrapposizione di una vasca. Vorrei il contatto di un azienda specializzata. Resto in attesa. 22 Settembre - Ho contattato Edilnet per farmi ottenere la ditta che si occupi del lavoro.

Costruire un campo calcetto a 5, 900 mq con rete metallica 2 mt, rete parapalloni e impianto luci.

Devo effettuare il restauro pavimento legno 50 mq a Fano. Rimango a disposizione per il sopralluogo.