Smaltimento macerie edili: quali i prezzi?

Preventivi Gratuiti per Smaltire Macerie Edili

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

Lo smaltimento di macerie edili presenta prezzi calcolati per mc.

Lo smaltimento delle macerie edili è uno dei problemi più importanti che insorgono durante lo svolgimento di una opera edilizia, anche piccola. Ecco in che cosa consiste, chi - per legge - è deputato a effettuarlo, quanto costa e come risparmiare senza compromettere la qualità del servizio.


 

Smaltimento macerie edili: di cosa si tratta?

 

Con l’espressione “smaltimento macerie edili” si intende il conferimento dei materiali di scarto di una opera edilizia presso i luoghi e gli spazi stabiliti dalla legge.

Qualsiasi opera edile, anche la più piccola e meno faticosa, produce dei rifiuti, che dunque vanno smaltiti. Nella peggiore delle ipotesi, ossia quando l’opera ha una portata significativa, tali rifiuti corrispondono alle classiche macerie da demolizione (es. intonaco, mattoni, piastrelle etc.).

Chiunque commissioni o esegua in prima battuta - come nell’edilizia libera - dei lavori si deve chiedere dove e come smaltire le macerie, e se questa incombenza spetti effettivamente a lui. Nei paragrafi che seguono faremo luce su questi e altri quesiti.

 

Costo smaltimento macerie edili: prezzi medi
     
  Da A
Costo di smaltimento materiali non ferrosi (al mc)
7,50 € 20,00 €
Costo di smaltimento materiali ferrosi (al mc)
10,00 € 25,00 €
Costo di trasporto 55,00 € 115,00 €
Costo di noleggio del mezzo (all'ora)
12,50 € 45,00 €

 

 

 

Smaltimento macerie edili: quando serve?

 

Sembrerebbe una domanda retorica. Tutti, o almeno chi non conosce la normativa, sarebbero portati a rispondere “sempre”. E’ opinione comune, infatti, che tutte i prodotti di scarto di una opera edile vadano smaltiti. Non è esattamente così. Esiste, infatti, un caso in cui non si può parlare di smaltimento bensì di riutilizzo.

Il riferimento è agli scavi. Il prodotto delle opere di scavo, necessarie per esempio quando si devono costruire delle fondamenta, non va conferito bensì riutilizzato direttamente in cantiere. Un adempimento, questo, che deve essere rispettato direttamente dal costruttore.

 

 

Smaltimento macerie edili: la normativa

 

L’impianto normativo riguardante lo smaltimento delle macerie edili è abbastanza composito e complesso. La norma di riferimento più importante, comunque, è contenuta nel Decreto Legislativo 152 del 2006. Il testo stabilisce con estrema chiarezza che la competenza dello smaltimento è del soggetto “produttore” delle macerie. Dunque, nella stragrande maggioranza dei casi, ossia quando a svolgere l’opera non è il proprietario stesso, è l’impresa a doversi occupare dei rifiuti da costruzione.

Cosa accade se si realizza l’opera in prima persona, magari nell’ambito della semplice edilizia libera? Il risultato non cambia. Saremo noi stessi a doverci occupare del trasporto e del conferimento delle macerie.

Nello specifico, il luogo di conferimento è quasi sempre una discarica. Essa è indicata direttamente dalle autorità competenti. In alcuni casi, se proprio i rifiuti sono minimi, alcuni Comuni dispongono delle isole ecologiche. In questo caso le macerie, se così si possono chiamare, vengono considerate alla stregua di rifiuti speciali “ordinari”.

 

 

Smaltimento macerie edili: a chi rivolgersi?

 

Se le macerie edili vengono prodotte nell’ambito di una opera edile classica, ossia svolta da una impresa edile o di una ditta, il committente ha tutto sommato vita facile. Sarà il costruttore, come tra l’altro impone la legge, a occuparsi di tutto.

Discorso diverso se nei lavori non è coinvolto alcun soggetto. Come già specificato, in questo caso la responsabilità dello smaltimento è del proprietario della costruzione (o di chiunque eserciti un diritto su di essa). Il consiglio, in questo caso, specie se le macerie occupano parecchio spazio, è di rivolgersi a una impresa specializzata nel trasporto e nel conferimento di rifiuti speciali.

In alternativa, se proprio si intende procedere in completa autonomia, è possibile noleggiare un automezzo e trasportare in prima persona i rifiuti presso il luogo di conferimento. E’ una soluzione da adottare, questa, solo se - ovviamente - si possiede la patente adatta.

 

 

Smaltimento macerie edili: quali i prezzi?

 

I prezzi sono molto variabili. Se si intende individuare una cifra per l’intera operazione è necessario individuare le varie voci di costo. Ovvero, occorre considerare sia il costo del trasporto, sia quello di smaltimento, sia l’eventuale noleggio del mezzo. Infine è necessario fare una distinzione tra materiali ferrosi e non ferrosi.

 

  • Costo di smaltimento materiali non ferrosi: dai 7,50 € ai 20,00 € al mc.
  • Costo di smaltimento materiali non ferrosi: dai 10,00 € ai 25,00 € al mc.
  • Costo di trasporto: dai 55,00 € ai 115,00 €.
  • Costo di noleggio del mezzo: da 12,50 € a 45,00 € all’ora.

 

Delle macerie edili da smaltire

 

 

Smaltimento macerie edili: come risparmiare?

 

Come abbiamo visto, i prezzi non sono solo alti ma anche molto variabili. A dire il vero, quest’ultimo elemento rappresenta un vantaggio. E’ proprio in questa eterogeneità che ci si può inserire per sfruttare tutte le opportunità di risparmio possibili. Le quali, a ben vedere, sono numerose. Nelle migliori delle ipotesi è possibile risparmiare fino al 50%.

Come fare? Semplice: agendo di preventivo. Il consiglio è di chiedere, qualora ovviamente non sia la ditta di costruzione ad occuparsene (in quel caso lo smaltimento macerie edili è compreso nel prezzo), i preventivi a più ditte di trasporto. Una volta raccolte alcune ipotesi di costo, si procede con un’analisi comparata. Infine, si sceglie la soluzione che dà le maggiori garanzie in termini di rapporto qualità prezzo.

 

 



Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli su come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Levigatura e lucidatura pavimenti appartamento 70 mq sito a Cosenza.

La casa è di 80 metri e da fare un ampliamento di 3.6 per10 metri. Rifare tutto: pavimenti e impianti, compreso il cappotto.

Trattasi di una casa di 115 m2: Cambiare la pavimentazione senza togliere il pavimento esistente ( per circa 95 mq) e, di conseguenze, livellare le porte esistenti, abbattere un muro per creare un open space, rimozione (e sgombero) delle piastrelle al muro in cucina.

Alzare un sottotetto di 60 cm. Con 2 abbaini. Il sottotetto è di circa 70 mq, l'interno del sottotetto è tutto grezzo. Devo fare: il massetto, la pavimentazione e gli impianti. Sono disponibile al contatto telefonico dopo le 16.30 per motivi di lavoro. 22 Settembre - Ho chiesto ad Edilnet di farmi ottenere il contatto della ditta che si occupi del lavoro.