Demolire casa: quali i costi?

Preventivi Gratuiti per Demolire una Casa

> È Gratis
> Risparmi tempo e denaro
> Trovi la migliore azienda ✔

I costi per demolire una casa sono calcolati al metro cubo.

La demolizione di una casa è un atto estremo, giustificato solo in alcuni casi. In questo articolo affronteremo in maniera approfondita l’argomento, ponendo l’accento sulle varie tipologie di demolizione, sui costi, sulle eventuali agevolazioni fiscali disponibili e sulle tecniche per risparmiare.


 

Demolire una casa: in cosa consiste?

 

Per demolizione casa si intende la rimozione fisica, parziale o integrale, dell’edificio. E’ una soluzione estrema, cui si giunge dopo un’attenta valutazione e solo se sussistono dei validi motivi. Anche perché si tratta, dopotutto, di un intervento piuttosto costoso.

Dal punto di vista burocratico, la demolizione, sia essa totale (quindi inerente l’intero fabbricato) o parziale (inerente a una parte di esso), non impone però grandi sforzi economici. E’ infatti necessaria una semplice SCIA, che è poi il permesso in genere riservato agli interventi di manutenzione straordinaria.

La demolizione, almeno in ambito civile, viene realizzata spesso per mezzo di strumentazione meccanica. Molto banalmente, si impiegano bulldozer, escavatori e gru.

 

Demolire casa: prezzi di riferimento
     
  Da A
Costo demolizione totale non controllata a mc 5,00 € 30,00 €
Costo demolizione totale controllata a mc 10,00 € 80,00 €
Costo demolizione parziale (di pareti) a mq 5,00 € 20,00 €
Costo demolizione parziale (di pavimenti) a mq 5,00 € 25,00 €

 

 

Demolire casa: quando serve?

 

In genere, sono due i motivi che giustificano la demolizione della casa. Il primo, senz’altro più spiacevole, è l’ordinanza di un giudice, il quale giudica il fabbricato – naturalmente abusivo – come capace di mettere a rischio la vita di chi vi abita. Va detto, però, che ordinanze di questo tipo non sono frequenti.

Il secondo motivo, che non procede da alcun obbligo, è di natura economica. Il riferimento è a quei casi in cui demolire e ricostruire è più conveniente che ristrutturare. Può capitare che si acquisti un immobile a prezzo bassissimo, in virtù del suo pessimo stato, per poi riammodernarlo. Se però ci si accorge che il costo di una ristrutturazione su vasta scala è troppo alto, potrebbe risultare meno costoso abbattere la costruzione e ricostruirla di sana pianta.

Questa eventualità è più ricorrente di quanto si possa immaginare, dal momento che il patrimonio immobiliare italiano è composto per buona parte da edifici di vecchia costruzione, magari fabbricati in economia dagli stessi proprietari. Tali fabbricati, a prescindere da loro stato attuale, che è spesso cattivo, non sono conformi alle esigenze abitative più recenti, che prevedono tra le altre cose la messa in sicurezza dal punto di vista sismico.

 

 

Demolire casa: come si fa?

 

A scanso di equivoci, la demolizione fai da te non è possibile. Non solo perché sono necessari macchinari specifici, ma anche perché, di fatto, è proibito dalla legge. Anche solo per demolire, poi, è necessario un progetto, redatto, firmato e controfirmato da un tecnico abilitato a questo genere di interventi. Vi è inoltre la questione dello smaltimento dei rifiuti, che richiede anch’essa il contributo di personale specializzato.

Va considerato, poi, che quando si parla di demolizioni moderne ci si riferisce spesso alle cosiddette demolizioni controllate, ossia a interventi di abbattimento che puntano a far crollare su se stesso il fabbricato in un sol colpo, in modo da recare un fastidio minimo alle costruzione adiacenti.

In caso contrario, la demolizione si compone di quattro fasi.

 

  • Montaggio del cantiere.
  • Rimozione del tetto.
  • Rimozione della sovrastruttura.
  • Demolizione finale.

 

In entrambi i casi, prima di procedere con qualsiasi intervento demolitivo, è necessario interrompere qualsiasi fornitura, in particolare del gas e della luce.

Se invece l’intervento è di demolizione parziale, la questione cambia radicalmente. La procedura, infatti, è diversa per ciascun elemento da demolire, e non esiste un metodo valido per tutte le situazioni. Spesso, si procede letteralmente “pezzo per pezzo”, utilizzando strumentazione minuta come la lancia termica e il martello demolitore.

 

 

Demolire casa: quali prezzi

 

I prezzi variano molto, anche considerando la discriminante “parziale/totale”. Possiamo, però, con le dovute approssimazioni del caso, offrire una panoramica del costo della demolizione di una casa.

 

  • Demolizione totale non controllata: da 5,00 € a 30,00 € per metro cubo.
  • Demolizione totale controllata: da 10,00 € a 80,00 € per metro cubo.
  • Demolizione parziale (di pareti): da 5,00 € a 20,00 € per metro quadro.
  • Demolizione parziale (di pavimenti): da 5,00 € a 25,00 € per metro quadro.

 

 

Demolire casa: a chi rivolgersi

 

La demolizione casa è un intervento complesso, che esula, nella stragrande maggioranza dei casi, dal campo di applicazione delle normali imprese edili. Chi intenda demolire la propria abitazione, quindi, deve fare riferimento, se possibile, alle imprese demolitrici, note anche con il termine “demolizioni speciali”.

La buona notizia è che in alcuni casi le imprese demolitrici sono anche costruttrici, quindi è possibile rivolgersi a un solo soggetto sia per la demolizione che per la costruzione.

 

 

Demolire casa: come risparmiare?

 

Il miglior modo per risparmiare è sfruttare l’arma del preventivo. Come abbiamo visto, i prezzi sono molto variabili e perché ciascun fabbricato è un caso a sé stante e perché ogni azienda propone una sua politica economica.

Se ciò rende più complessa la questione, dall’altro lato pone in essere molte occasioni di risparmio. Il consiglio, quindi, è di chiedere il preventivo a più imprese. Una volta raccolti tre o quattro preventivi, si procederà con un’analisi delle offerte e si sceglierà quella che dà le maggiori garanzie in termini di rapporto qualità prezzo.

Un’occasione di risparmio è data anche dalle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione della casa, che consistono in una detrazione IRPEF al 50% distribuita in dieci anni. Tuttavia, si può accedere alle agevolazioni solo se si procede alla ricostruzione, e solo se tale ricostruzione riproduce fedelmente il fabbricato preesistente dal punto di vista della volumetria e della sagoma.

 

 




Come funziona il servizio per confrontare preventivi gratuiti:

Chiedi un preventivo gratuito

Descrivi di cosa hai bisogno in meno di un minuto

Ricevi subito le offerte

Riceverai a tua scelta e velocemente fino ad un massimo di 4 preventivi gratuiti, senza impegno e da aziende della tua zona. Ricordati sempre che noi di Edilnet siamo attentissimi alla protezione dei tuoi dati, infatti saranno visibili solo alle aziende interessate che decideranno di proporti la loro offerta.

Valuta l'affidabilità e confronta i preventivi

Leggi le recensioni degli altri utenti, le referenze lasciate ai professionisti iscritti al portale, una volta fatta la tua richiesta e ricevuti i preventivi, potrai anche tu valutare i preventivi e la professionalita' ricevuta.

Fai una scelta consapevole risparmiando tempo e denaro

Potrai scegliere consapevolmente a chi affidarti se lo vorrai grazie ai feedback e grazie alle recensioni

Risparmi tempo perché saranno le aziende a contattarti

Risparmi denaro perché le aziende saranno in concorrenza fra loro

Leggi le altre domande

Ecco i nostri consigli sul Come scegliere un professionista

Ultime richieste dai clienti

Devo abbattere due tramezzi e spostare la zona cucina da dove si trova attualmente alla stanza attigua.

Oggi 19 aprile ho ricontattato Edilnet chiedendo di essere contattato il prima possibile per demolizione (e smaltimento delle macerie) di 3 pareti interne di circa 4m di lunghezza l'una più rifacimento della pavimentazione delle stanze coinvolte dai lavori (che hanno una superficie totale di circa 70 e 25mq).

Demolizione e ricostruzione di un rudere di 300 mq (100mq per piano, 3 piani). Cerco possibilmente aziende che facciano sconto in fattura per aderire al bonus 110%. Da due unità abitative attuali a 4/5 finali.

Vorrei abbattere un capanno zona tangenziale ovest in via Serafina a Mirandola e ricostruire. Però il problema è che vorrei cedere gratis i 1200 mq di terreno e lasciare all'impresa il costruito e a me una piccola parte gratis. Il comune mi ha detto che si può ricostruire.